Come aprire una parafarmacia di successo: la guida completa definitiva
aprire una parafarmacia

Come aprire una parafarmacia di successo: la guida completa definitiva

  • April 26, 2016

Sono davvero tante le persone che vorrebbero entrare in questo business milionario.

Quando nasce l’interesse per questo tipo di business, in molti si chiedono se conviene aprire una farmacia o una parafarmacia.

Purtroppo il settore farmaceutico è un mercato chiuso e per aprire una farmacia è obbligatorio essere in possesso della relativa laurea anche per il titolare dell’attività.

Mentre invece da qualche anno è stata liberalizzata la vendita dei prodotti da banco e chiunque può aprire una parafarmacia anche se non è in possesso della laurea in farmacia.

Questo ha reso il settore particolarmente attrattivo e il business delle parafarmacie davvero fiorente e redditizio.

Se questo business che muove ogni anno milioni di euro ti interessa, sei nel posto giusto.

In questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie per aprire una parafarmacia di successo!

Vedremo insieme chi può aprire una parafarmacia, i costi, la normativa e i requisiti necessari per aprire una parafarmacia, come aprire in franchising e se conviene o meno avviare questo tipo di attività.

In ogni caso ti consiglio di tenerti comunque sempre aggiornato sulle novità perché le disposizioni legislative in materia possono sempre cambiare.

Ma ora torniamo a noi…

Sei pronto?

Si parte!

Requisiti per aprire una parafarmacia: normativa e permessi necessari

Innanzitutto una buona notizia: per aprire una parafarmacia non è necessario l’acquisto di alcuna licenza.

E’ un’attività libera come tante altre e per aprire una parafarmacia occorre semplicemente dare comunicazione 30 giorni prima dell’inizio dell’attività al Comune di riferimento e seguire gli adempimenti di legge.

Per soddisfare l’iter burocratico ed ottenere i documenti necessari, dovrà quindi essere data la stessa comunicazione anche a:

  • Camera di Commercio
  • Ministero della Salute
  • Agenzia del Farmaco
  • Ordine dei Farmacisti
  • Regione

Per quanto riguarda i requisiti necessari per aprire una parafarmacia, sgombriamo subito il campo da un dubbio…

Aprire una parafarmacia senza laurea in farmacia è possibile!

O meglio, per aprire una parafarmacia ci vuole la laurea, ma non è detto che sia quella del titolare.

Che tu sia un biologo, un’astronauta, un medico, un infermiere, un erborista o un farmacista, non ha molta importanza.

Chiunque può aprire una parafarmacia in Italia, purchè poi ci sia sempre un laureato in farmacia assunto regolarmente.

Mentre invece non è assolutamente possibile lavorare in parafarmacia senza laurea.

In ogni caso per tenerti aggiornato sulle normative ti consiglio comunque di visitare il sito ufficiale della Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane.

Normativa parafarmacia: quali prodotti sono ammessi alla vendita?

Secondo la normativa nazionale, le parafarmacie presenti in Italia possono vendere i seguenti prodotti:

  1. i medicinali di automedicazione o da banco che non necessitano di prescrizione medica
  2. medicinali per uso veterinario, che possono essere acquistati con o senza ricetta medica
  3. medicinali omeopatici per uso umano, quando sono classificati come medicinali vendibili senza obbligo di ricetta medica
  4. preparazioni galeniche officinali che non prevedono la presentazione della ricetta medica

Per verificare quali farmaci richiedono il possesso della ricetta medica e non sono quindi vendibili nelle parafarmacie esiste un elenco periodicamente aggiornato, che viene determinato dal Ministero della Salute in accordo con l’Agenzia Italiana del Farmaco.

SCOPRI ANCHE:  Come aprire un agriturismo di successo: la guida completa definitiva

Bene ora che abbiamo fatto chiarezza sulla normativa, gli adempimenti burocratici e i requisiti necessari per questo tipo di attività cerchiamo di dare una risposta ad una questione che ti interesserà sicuramente…

Quanto costa aprire una parafarmarcia?

Quanto costa aprire una parafarmacia?

Se ti troverai a dover assumere un dipendente laureato, sappi che lo stipendio medio di un farmacista è intorno ai 1.200/1.500 euro.

Agli eventuali costi dell’assunzione di un farmacista laureato vanno aggiunti quelli per l’acquisto o l’affitto del locale e per gli arredi, che ovviamente dipenderanno dalle dimensioni del locale e dalla zona.

A questo proposito va detto che per questa tipologia di esercizio è fondamentale che la localizzazione sia in centri di grandi o medie dimensioni.

Meglio che la posizione sia piuttosto centrale o in zone di grande passaggio, come nei pressi di stazioni ferroviarie o all’interno di supermercati e centri commerciali.

Gran parte della clientela sarà infatti costituita da persone che si trovano ad aver necessità di un farmaco da banco o di un prodotto di igiene e cosmesi e non hanno tempo o voglia per recarsi in una farmacia.

Se vuoi abbattere ulteriormente i costi (o in alcuni casi aumentare il tuo margine di guadagno), potresti valutare anche queste altre alternative:

  • aprire una parafarmacia online
  • aprire una parafarmacia in franchising
  • aprire una parafarmacia automatica

L’investimento iniziale per aprire una parafarmacia sarà di qualche migliaio di euro e l’importo varierà molto a seconda della grandezza del locale, della sua posizione e mille altre variabili.

Se vuoi capire quali saranno i tuoi costi d’avviamenti, i costi di gestione e soprattutto i tuoi potenziali profitti, ti consiglio di leggere questo articolo e imparare a fare un business plan.

Come aprire una parafarmacia online

Aprire una parafarmacia online o un sito web per vendere farmaci da banco o a uso veterinario può essere un business davvero interessante!

Lo sai che più del 50% delle nuove attività fallisce nei primi 3 anni?

Scarica Subito il mio Report Gratuito:
"I 7 Errori da Non Fare per Diventare un Imprenditore di Successo"

Inoltre potrai vendere prodotti cosmetici, prodotti dietetici come quelli per celiaci, prodotti per la cura della persona e il benessere del corpo e prodotti elettromedicali.

Anche perché i costi sono sicuramente più contenuti rispetto a quelli che dovresti sostenere per l’apertura dell’attività in uno spazio fisico.

Oltre ai costi per la realizzazione del sito, dovrai mettere in conto anche gli investimenti in marketing necessari per promuoversi online e trovare nuovi clienti.

Un aspetto da non trascurare è quello dei costi del magazzino e dei costi di consegna dei prodotti, che potrai gestire sia personalmente che in outsourcing tramite agenzie specializzate.

Il settore è davvero molto competitivo ma se saprai ritagliarti il tuo spazio, di certo non mancheranno anche i guadagni!

Per maggiori informazioni leggi il mio articolo su come aprire un negozio online.

Come aprire una parafarmacia in franchising

Se vuoi avviare il business affiliandoti ad un marchio già conosciuto, aprire una parafarmacia in franchising potrebbe essere un’alternativa interessante.

In questo paragrafo cercheremo brevemente di rispondere a queste due domande: conviene aprire una farmacia in franchising e quanto costa?

Aprire un’attività in franchising ti da il vantaggio di conoscere con certezza in anticipo l’entità del tuo investimento e qualcuno a cui appoggiarti per qualsiasi necessità di consulenza e informazione.

Di contro ti da anche lo svantaggio di non poter prendere decisioni importanti riguardanti la tua attività, dovrai pagare una fee di ingresso e delle royalties sui fatturati annui.

SCOPRI ANCHE:  Come aprire un distributore automatico e fare guadagni automatici h24

Nel settore specifico delle parafarmacie ci sono diversi marchi tra cui scegliere e con differenti specializzazioni.

Dai prodotti legati alla nutrizione e al dimagrimento, a quelli ortopedici e sanitari (ausili per disabili e attrezzature di tipo ospedaliero), ai prodotti per la puericoltura.

Anche gli investimenti possono essere di diversa entità…

Se vuoi sapere quanto costa aprire una parafarmacia in franchising e decidere se vuoi aprire la tua parafarmacia in franchising oppure no, leggi la mia guida come aprire in franchising.

Indicativamente il costo per aprire una parafarmacia in franchising può attestarsi a qualche decina di migliaia di Euro, a cui vanno aggiunti i costi di affitto dei locali, del personale e avviamento attività.

Aprire una parafarmacia: finanziamenti

Se sei arrivato fin qui ci sono buone probabilità che tu voglia davvero aprire una parafarmacia.

Quando avrai stabilito il budget che vuoi dedicare all’apertura della tua attività ti consiglio di informarti sui finanziamenti per l’apertura di una parafarmacia tramite i bandi regionali o i fondi Europei.

Infatti esistono diversi Bandi Regionali o ai Contributi Europei destinati a finanziare particolari aree geografiche o attività, o categorie di persone, come giovani e donne.

Trovare finanziamenti non è mai un’impresa facile, ma non è detto che tu non possa riuscirci.

Se vuoi avere maggiori informazioni a questo proposito, leggi il mio articolo dove spiego come ottenere finanziamenti per la tua attività.

Conviene aprire una parafarmacia?

Come avrai capito se hai letto fin qui, aprire una parafarmacia è un business con grandi potenzialità.

Aprire una parafarmacia conviene perché non richiede grossi investimenti iniziali e il titolare non è obbligato ad avere la laurea specialistica in farmacia.

Ti ricordo però che in questo caso dovrai tuttavia assumere un dipendente regolarmente in possesso della laurea specialistica.

La parafarmacia però non può vendere farmaci che richiedono la prescrizione del medico, ma solamente farmaci da banco.

Il settore commerciale legato alla salute e al benessere è sicuramente in grande espansione ed è uno dei pochi che sembra non avere mai crisi.

Ora tocca a te decidere…

Sei pronto ad avviare il tuo nuovo business o lascerai che lo faccia qualcun’altro al posto tuo?

Soltanto tu sei responsabile per quello che ti riserverà il tuo futuro!

Puoi continuare a sognare di aprire la tua nuova attività…

Oppure prendere in mano adesso le redini della tua vita e incominciare a lavorare fin da subito per sviluppare la tua idea imprenditoriale e costruirti un futuro migliore.

Ricordati che la fase di avviamento è sempre il momento più delicato e determinante per il successo o l’insuccesso del tuo progetto imprenditoriale.

Per questo è assolutamente fondamentale sviluppare una strategia di marketing vincente della tua attività fin da subito.

Mi raccomando, se vuoi davvero avviare la tua nuova attività e renderla profittevole nel più breve tempo possibile, inizia subito con il piede giusto!

Scarica subito la mia guida e scopri come metterti in proprio con successo senza rischiare di perdere i tuoi soldi.

Non mi rimane che augurarti il meglio per il tuo progetto!

Un abbraccio,

Paolo

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con gli amici :)

About the Author Paolo

Dopo la laurea in Marketing e Comunicazione Aziendale ho iniziato la mia carriera come imprenditore e avviato attività in diversi settori. Ho creato questo sito per aiutare tutte le persone che come me vogliono cambiare vita e mettersi in proprio. Grazie a StartFacile.com, ogni anno più di 100.000 imprenditori imparano come avviare con successo le loro nuove attività.

follow me on:

Leave a Comment:

SCARICA SUBITO IL MIO REPORT E SCOPRI COME METTERTI IN PROPRIO CON SUCCESSO IN POCHISSIMO TEMPO SENZA RISCHIARE DI PERDERE TUTTI I TUOI SOLDI